I borghi più belli da vedere in provincia di Bologna

Bologna è una città splendida, ma anche la sua provincia offre delle bellezze inaspettate. Stiamo parlando dei borghi, piccoli tesori per una gita fuori porta immersi nella natura e nella storia. Scoprite i borghi più belli per la vostra visita:

  1. Dozza: vi abbiamo già parlato di questo borgo, galleria d’arte a cielo aperto grazie ai murales che decorano le sue vie. È famosa per la biennale del muro dipinto, manifestazione dove i maggiori artisti danno sfogo alla loro creatività. Il centro città è dominato dalla Rocca Sforzesca, voluta da Caterina Sforza. Sono visitabili i piani nobili e i camminamenti sulle torri, il Centro Studi e Documentazione del Muro Dipinto e la Collezione Mascellani situati al secondo piano e l’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna nei suggestivi sotterranei della Rocca;
  2. Monteveglio: è un borgo compreso nel comune di Valsamoggia, in provincia di Bologna. In passato  era considerato una delle più importanti roccaforti della zona, in cima al colle dove si trova la città, resistono la torre e l’abbazia memoria di un’epoca di scontri ed assedi. La vera attrazione è l’Abbazia di Santa Maria, un edificio che secondo alcuni storici risalirebbe all’epoca dei Romani. È certo che risalga all’epoca romanica, circa al XIII secolo e mai rifatta da allora;
  3. La Scola: situato a pochi passi da Grizzana Morandi, località Vimignano, questo borgo medievale è tra i meglio conservati dell’Appennino Bolognese. Sembra che fosse abitato già nel ‘200 ma le prime testimonianze scritte risalgono alla fine del ‘300. Qui il tempo sembra essersi fermato, potrete fare un salto nel silenzio e nel mondo medievale;
  4. Pieve di Cento: è un borgo  situato lungo il corso di pianura del fiume Reno, nel punto in cui esso lo divide dalla Provincia di Ferrara. Viene chiamata anche “piccola Bologna”, a causa dei lunghi portici e in ogni dove si può respirare un clima medievale. Particolari sono la Rocca del 1387 e le quattro porte che delimitano il centro, realizzate a metà del XIV secolo, e indicanti i quattro punti cardinali: Porta Asia, Porta FerraraPorta Cento e Porta Bologna.