Specialità bolognesi: i balanzoni

I balanzoni sono una tipica pasta fresca ripiena di Bologna, pur essendo meno conosciuti dei tortellini e delle lasagne, sono buonissimi e molto apprezzati. Il loro nome deriva dalla maschera di Carnevale della città, Balanzone, proprio perché venivano solitamente mangiati in quel periodo. Adesso, invece, sono gustati tutto l’anno.

Sono chiamati anche tortellini matti, perché nati con l’intento di riciclare gli avanzi dei tortellini veri e propri.

Sono più grandi dei tortellini ma più piccoli dei tortelloni, di colore verde dovuto agli spinaci all’interno dell’impasto; il ripieno prevede ricotta, spinaci lessati, mortadella o lombo di maiale, uovo e parmigiano reggiano. Il condimento canonico è con burro e salvia, ma si può optare per varianti con mascarpone, speck, prosciutto o salsiccia.

Ecco la ricetta per 6 persone:

Per la pasta

  • farina
  • 2 uova
  • spinaci cotti, strizzati e tirati
  • 1 grattatina noce moscata

Per il ripieno

  • 300 gr ricotta
  • 100 gr parmigiano grattuggiato
  • 50 gr mortadella tritata
  • 50 gr spinaci cotti, strizzati e tirati
  • burro
  • aglio
  • 2 foglie basilico
  • 1 uovo
  • sale
  • noce moscata
Per la pasta
  1. Per la pasta, disporre sulla spianatoia la farina a fontana, mettervi al centro gli spinaci, una grattatina di noce moscata, e le due uova intere.
  2. Sbattere le uova con la forchetta cercando di incorporarvi gradualmente la farina e poi amalgamare gli ingredienti e impastare energicamente con le mani per circa 10-15 minuti.
  3. Far riposare la sfoglia avvolta dalla pellicola.
Per il ripieno
  1. Per il ripieno, insaporire gli spinaci in una padella con una noce di burro e 1 spicchio di aglio, profumandoli alla fine con 2 foglioline di basilico.
  2. Mescolare la ricotta con il parmigiano, l’uovo, la mortadella tritata, gli spinaci saltati (avendo tolto il basilico e l’aglio), un pizzico di sale e una grattatina di noce moscata.
  3. Tirare la sfoglia con il mattarello non troppo sottilmente aiutandosi con un pizzico di farina.
  4. Tagliare la sfoglia con la rotella dentellata prima a strisce e poi in quadrati. Mettere il ripieno preparato all’interno di una sacca da pasticceria e versarne dei ciuffetti sopra ciascun quadrato di pasta.
  5. Prendere un quadrato di pasta fra le mani, far convergere due angoli opposti in modo da ottenere un triangolo e schiacciare bene la pasta intorno al ripieno. Girare la pasta attorno al dito e chiudere le due punte; confezionare in questo modo tutti i balanzoni.