Via Indipendenza diventerà pedonale

Il progetto del tram a Bologna è ormai in corso: dopo l’arrivo dei fondi dal Governo, mercoledì 18 la Giunta del sindaco Merola ha approvato la delibera proposta da Irene Priolo, Assessore alle politiche per la mobilità, riguardante la fattibilità economica e tecnica della prima linea.

La linea rossa collegherà Borgo Panigale con i due capolinea: la Facoltà di Agraria e in zona Fiera-Michelino.

Il progetto individua le alternative di tracciato per il passaggio in centro, nella zona di San Donato e in quella del Pilastro.
Nel centro storico, dove non sarà necessario realizzare la linea aerea di contatto, il tram passerà in Via Ugo Bassi e via Indipendenza. Questo implica la decisione di consentire l’accesso su Via Indipendenza solo ai mezzi tranviari, ai pedoni e ai ciclisti per tutta la settimana (e non solo nei giorni di sabato, domenica e festivi).

Nella zona di San Donato il passaggio è previsto da Via Serena e Via della Repubblica, per consentire di ampliare il bacino di utenza servito dalla Linea Rossa, senza penalizzarne l’efficienza. Al Pilastro infine la scelta è ricaduta sull’itinerario che percorre le strade interne al quartiere, cioè Via Pirandello, Via Casini, Via Frati, Via Sighinolfi e Via Larga, per servire i residenti in modo più efficace valorizzando la zona.

La realizzazione del tram porterà anche una riqualificazione dei due capolinea: a Borgo Panigale sarà realizzato un nuovo parco urbano e in via Riva di Reno sarà scoperchiato un tratto dello storico canale di Reno.