Giornate FAI d’autunno: i luoghi visitabili a Bologna

Tornano le Giornate FAI d’autunno, due giorni per accedere e scoprire bellezze del territorio solitamente inaccessibili al pubblico, grazie al Fondo Ambiente Italiano che vuole mostrare tutto il patrimonio culturale che non possiamo perdere. Sabato 12 e domenica 13 ottobre potete quindi varcare le porte di meraviglie nascoste, con un contributo ad offerta libera.

Bologna ha una grande offerta in città:

  • Archivio e Casa Lyda Borelli: non solo casa di riposo, ma anche esempio di villa decò, che detiene numerosi fondi archivistici di grande interesse in quanto rappresentativi dello spaccato di vita degli artisti italiani del XIX e XX secolo. Dove: Via Saragozza 236; Orari: 10 – 18;
  • Archivio storico della Provincia di Cristo Re: fa parte di un complesso conventuale di recente formazione, ma con una notevole rilevanza storica, la quale va dal XIV al XX secolo con documentazione proveniente dall’intero territorio regionale emiliano romagnolo da Piacenza all’Adriatico e con testimonianze russe, albanesi e giapponesi. Dove: Via Guinizzelli 3; Orari (solo sabato): 10 – 12.30;
  • Quadreria di Palazzo Rossi Poggi Marsili: la Quadreria raccoglie una selezione di 50 dipinti antichi dal Cinquecento al Settecento, appartenenti al vasto patrimonio delle Opere Pie, incluse opere di Guercino, Giuseppe Maria Crespi, Ludovico Carracci, Prospero e Lavinia Fontana. Dove: Via Marsala 7; Orari: 10 – 18;
  • Palazzo Ratta – Archivio Unione Donne in Italia: Il fondo archivistico presente, che sarà oggetto di esposizione, è di grande rilievo perché fornisce una ricostruzione storica – tramite opuscoli, volantini, foto e manifesti – del percorso di impegno femminile che ha portato alla conquista di importanti diritti sociali. Dove: Via Castiglione 24; Orari: 10 – 18.