I Giardini dove godersi la primavera a Bologna

State cercando il luogo perfetto dove ammirare i fiori che sbocciano, sentire il profumo della primavera, studiare all’aria aperta o rilassarvi? Bologna è ricca di giardini che possono rispondere alle vostre esigenze, senza allontanarsi troppo dalla città.

  • Giardini Margherita: il più esteso parco bolognese, che conta un’ampia superficie di ben 26 ettari. Inaugurato nel 1879, lo spazio verde alle porte della città possiede anche un laghetto, boschetti di querce, grandi prati e tantissime piante diverse, di cui molte di varietà esotiche;
  • Parco della Montagnola: è il parco più antico di Bologna, risalente al XVII secolo (epoca napoleonica) con una superficie di 6 ettari. All’interno di questo bellissimo giardino si trovano alberi centenari, tra cui platani monumentali e una fontana realizzata dai celebri Diego Sarti e Pietro Veronesi;
  • Parco San Pellegrino o dei 300 scalini: si estende per 27 ettari, regalando una vista mozzafiato su Bologna. Si può raggiungere a piedi o con i mezzi pubblici da Porta Saragozza. Creato nell’800 in qualità di ritiro spirituale di San Pellegrino, è stato trasformato in giardino e aperto al pubblico nel 1995;
  • Villa Ghigi: questo parco è raggiungibile dal centro attraverso la strada che si snoda verso i colli da porta San Mamolo. Quasi 28 ettari, con un ricco patrimonio botanico. Cuscinetti di primule, viole e l’esplosione di fiori bianchi: i primi a fiorire sono stati i mandorli, poi toccherà a ciliegi e peri.