Gli Zuccherini Montanari

Lo Zuccherino Montanaro è un dolce caratteristico della montagna bolognese. Si tratta di biscotti, che una volta venivano preparati in occasione dei matrimoni per la loro forma rotonda assai simile alle fedi nuziali e donati per Natale, Pasqua e la Cresima.

In dialetto bolognese vengono chiamati zucarèn e si dice che la loro ricetta venga tramandata di madre in figlia. La loro particolarità è la glassatura: essa viene infatti ottenuta facendo bollire lo zucchero ed il liquore all’anice, alla maniera appunto dei montanari.

Fra i paesi famosi per la preparazione degli zuccherini montanari c’è Quinzano, frazione di Loiano, e Grizzana Morandi, paesi dell’Appennino Bolognese. In quest’ultimo si celebra ogni 15 agosto dal 1951 la Sagra di Re Zuccherino, con una vera e propria corte in costume medievale!

Per chi vuole provare a prepararli ecco la ricetta.

Ingredienti: 500 gr. di farina 00 – 200 gr. di zucchero semolato – 3 uova – 1 bustina di lievito vanigliato per dolci – 100 gr. di burro – 1 cucchiaio di semi d’anice – un pizzico di sale –  Per la glassa: 300 gr. di zucchero a velo – 150 gr. di liquore all’anice (anice stellato) – acqua q.b. –

Procedimento: in una ciotola sbattere le uova, unire lo zucchero e  montare con uno sbattitore elettrico fino ad ottenere un impasto spumoso. Su un tagliere versare la farina setacciata insieme al lievito, fare un incavo e versare il composto spumoso, un pizzico d sale, il burro sciolto sul fuoco e raffredato, il latte necessario per ottenere un impasto omogeneo. Impastare bene e unire per ultimi i semi d’anice.

Con piccole quantità d’impasto formare dei cordoncini di circa 2-3 cm di diametro, lunghi 18-20 cm.

Chiuderli ad anello, facendo attenzione che le estremità aderiscano bene. Tagliare per tutta la circonferenza gli anelli con le forbici.

Mettere gli zuccherini su una placca coperta da carta  da forno, ben distanziati fra loro e cuocere per 15 minuti a 160°.

Nel frattempo preparare la glassa. In un tegame rotondo, largo e con i manici (comoda per incandire) mettere lo zucchero, stemperarlo con il liquore all’anice e unire un po’ di acqua, se necessario, per raggiungere la giusta consistenza.

Mettere sul fuoco il tegame e fare bollire fino a quando non si ottiene una glassa bianca e densa. Spegnere il fuoco e tuffare gli zuccherini nella glassa, scuotendo il tegame in modo che si glassino bene. Fare attenzione a non bruciarsi (io di solito infilo i guanti da forno).

Lasciare asciugare gli zuccherini su un foglio di carta da forno.

Gli zuccherini si conservano in una scatola di latta anche per un mese.

Fonte immagine: cucina.fidelityhouse.eu