Specialità Bolognesi: Passatelli in brodo

Una specialità bolognese apprezzatissima e gustosissima, non solo a Bologna, sono i passatelli in brodo. Si tratta di un primo piatto composto da ingredienti semplici, nato in campagna dove l’arzdora preparava la forma finale del passatello utilizzando uno strumento particolare noto con il nome diferro per i passatelli. È frutto di una ricetta di recupero, nata per non dover buttare via il pane avanzato e ormai troppo duro per essere mangiato così, senza subire una trasformazione, ma che oggi viene consumata nei giorni di festa e la domenica.

La ricetta è molto semplice da realizzare:

Cosa serve per 2 porzioni (abbondanti)
100 grammi di parmigiano grattato
150 grammi di pangrattato gluten free
2 uova
noce moscata
Buccia grattata di 1/2 limone
Brodo di carne secondo
sale
pepe

Realizzazione dei passatelli:
Mescolare parmigiano, pangrattato, uova, noce moscata (in quantità a piacere calcolando che il sapore potrebbe essere forte) e buccia del limone quindi aggiungere anche poco brodo, il sale e il pepe. Amalgamare il tutto con le mani (o con un’impastatrice anche se non è necessario!) fino a quando il composto non risulta omogeneo e non lento.
Lasciar riposare l’impasto per 10 minuti e nel frattempo portare il brodo ad ebollizione.
Trascorso questo tempo prendere l’impasto e versarlo in uno schiacciapatate a buchi larghi (o nell’apposito attrezzino per i passatelli) quindi schiacciare e lasciar cadere i passatelli su un vassoio.
Calare i passatelli nel brodo usando una palettina da cucina quindi cuocerli fino a quando non salgono in superficie, impiattare e aggiungere parmigiano su ogni piatto.

Tempo di preparazione: 30 minuti

come semplice consiglio aggiungeremmo che è necessario 1 uovo per commensale e se l’impasto viene troppo liquido si utilizza pochissima farina per legare meglio il tutto!

Serviteli caldi e assaporateli!