3 Curiosità sulla statua del Nettuno

Di fronte all’ingresso del Palazzo di Re Enzo, si erge in tutta la sua bellezza la Fontana del Nettuno, completata nel 1566, che i bolognesi chiamano il Gigante; in effetti, la statua in bronzo e marmo del dio marino è alta 3,20 metri e pesa 22 quintali. Ecco 3 curiosità sul monumento più amato della città:

  1. Si narra che il Giambologna volesse realizzare il Nettuno con i genitali più grandi ma la Chiesa glielo proibì. Lo scultore però non si arrese, infatti disegnò la statua in modo che da una certa angolazione il pollice della mano sinistra tesa sembra spuntare direttamente dal basso ventre, in maniera simile ad un pene eretto;
  2. All’epoca le donne di Bologna alla vista del Nettuno si turbavano, tanto che la Chiesa dovette mettere dei pantaloni di bronzo alla statua;
  3. La leggenda narra che prima di un importante esame, lo studente che voglia avere la fortuna dalla sua parte, debba girare due volte in senso antiorario attorno alla fontana, così come due volte il Giambologna girò attorno al piedistallo riflettendo sul progetto di realizzazione del Nettuno.