Storia di Tago, l’Hachiko bolognese

Avete amato anche voi il film Hachiko, con Richard Gere, che racconta la storia di un cane talmente fedele che si reca ogni giorno ad aspettare il padrone alla stazione sperando che torni, nonostante egli non sia più in vita?

Anche a Bologna è successa una cosa simile, ma nel 1700, precisamente nel 1777. In quell'anno il padrone di Tago, il marchese Tommaso de’ Buoi, partì per un lungo viaggio e da quel momento il cane si pose su un davanzale del Palazzo de' Buoi ad aspettarne il ritorno.

Quando il marchese tornò a casa, il suo amico a 4 zampe fu talmente felice da buttarsi dal davanzale per raggiungerlo e purtroppo perì. Da quel momento c'è una statua che lo ricorda e potete vederla in via Oberdan n. 24, entrando nel cortile e guardando in alto al loggiato.