3 Curiosità sulla Cattedrale Metropolitana di San Pietro a Bologna

Tutti pensano che la Cattedrale di Bologna sia San Petronio, ma in realtà è San Pietro. Scopriamo 3 curiosità su questo edificio situato in via Indipendenza 9.

1. L'edificio esiste sin dagli albori della civiltà cristiana, ma le prime testimonianze sono del X secolo. A causa di incendi, terremoti e altri danni, non è rimasto nulla delle sue sembianze originali e la sua veste attuale deriva dal periodo Barocco (1600-1700);

2. Il campanile è doppio: il primo campanile, eretto nel 1188, misurava 32 metri, e quando fu ricostruito nel '200 fu elevato fino a 40. In seguito fu incorporato in un campanile più nuovo, che si può vedere ancora oggi, il quale nel corso del tempo è arrivato a raggiungere 70 metri. Si tratta della seconda torre più alta della città dopo gli Asinelli e di uno dei migliori punti panoramici

3. All'interno la chiesa è arricchita dai dipinti di Prospero Fontana (1579), Ludovico Carracci (Annunciazione nel lunettone dell'altare maggiore, 1618), Marcantonio Franceschini (1728) e Donato Creti (1740) e da due gruppi plastici di particolare interesse: un Crocifisso fra la Madonna e S. Giovanni Evangelista in legno del sec. XII, già nella cattedrale romanica, e un Compianto sul Cristo morto, di Alfonso Lombardi (1522-1527).