Proverbi bolognesi famosi

Cominciamo il lunedì con un po' di saggezza popolare. Dopo avervi "insegnato" 13 parole bolognesi da sapere assolutamente, oggi vi parliamo di alcuni proverbi molto popolari in quel di Bologna:

  1. A faer i fât su an s'insporca al man = chi si fa gli affari suoi non si sporca le mani;
  2. Secånnd al frè a si fà al capózz = a seconda del frate si fa il cappuccio. Può significare sia che nella vita bisogna arrangiarsi, sia che in certe situazioni le cose vengono fatte ad hoc per una persona manomettendo il tutto;
  3. L'è mèi un bèl taŝair che un bèl parler = È meglio un bel parlare che un bel tacere;
  4. Dal det al fat ai un gran trat =  Tra il dire e il fare c'è il mare;
  5. Chi la d’òr, chi l’ha d’arźánt, chi l’ha ch’ań vél un azidànt = Chi l’ha d’oro, chi l’ha d’argento, chi non vale un accidente;
  6. Chi vôl la tåurta chi vôl i turtî = letteralmente "c'è chi vuole la torta, chi i tortellini", in senso lato: ognuno ha i suoi gusti.