Disinnesco ordigno della Seconda Guerra Mondiale domenica 8 aprile: info utili

Tra via Zanardi e via Bovi Campeggi, è stata ritrovata una bomba appartenente al periodo della Seconda Guerra Mondiale, che sarà fatta brillare domenica, generando alcuni disagi per la cittadinanza.

La zona rossa si estende per 800 metri dal luogo in cui si trova l'ordigno e coinvolge parte dei quartieri Navile e Porto-Saragozza. I residenti dovranno lasciare le loro abitazioni dalle 8 del mattino e non potranno tornare fino al termine delle operazioni. Saranno allestiti sei punti di accoglienza, tre per quartiere:

Navile

  • Centro sociale Casa Gialla, piazza Da Verrazzano 1/3; 
  • Centro sociale Montanari, via di Saliceto 3/21;
  • Centro sociale Katia Bertasi, via Fioravanti 22.

Porto-Saragozza:

  • Parrocchia di Santa Maria delle Grazie in San Pio V, via Ambrosini 1;
  • Casa di riposo delle Piccole sorelle dei poveri, via Emilia Ponente 4;
  • Aule universitarie del Dipartimento di Filosofia e Comunicazione, via Azzo Gardino 23.

Sono inoltre previsti due presidi sanitari per persone con necessità di particolare assistenza presso il Centro polifunzionale Cardinale Lercaro di via Bertocchi 12 e presso Villa Calvi in via Calvi 5.

Per le modifiche alla circolazione dei treni si possono consultare i siti di Trenitalia, FSNews, e Rfi, mentre per i percorsi alternativi degli autobus si consiglia di consultare il sito di Tper. I percorsi per le auto ed i taxi sono indicati sul sito del Comune

La bomba sarà portata nella cava de "I Laghi" in località Pianoro, dove si procederà con il brillamento.